sabato 28 settembre 2013

Gazpacho verde

aglio, anacardi, basilico, cetrioli, crudista, gazpacho, peperoni, raw, Raw Food, ricette vegan, sedano, yogurt soia, Zuppe,
Ricetta fresca che ho preparato questa estate per mitigare il caldo delle serate, zuppa piena di nutrienti e deliziosa, questa versione insolita della più tradizionale ricetta spagnola, è stata uno dei piatti di una Cena speciale da Carola ed una ricetta data nella mia rubrica su Radio Capodistria, anche se questa versione è leggermente diversa, piccole varianti per cambiare. Lo so, lo so che oggi la giornata uggiosa chiamerebbe una zuppetta calda piuttosto che questa ricetta ... settembre sta finendo e siamo già entrati nell'autunno, le giornate con il calore del sole stanno sparendo e, come al solito in questo periodo, mi prende un po' di malinconia ... lasciatemi questi ultimi raggi estivi va' ...

Ingredienti per 2 persone
- ½ sedano
- ½ peperone verde
- ½ cetriolo
- ½ zucchina
- 2 spicchi d’aglio
- 10 foglie di basilico
- 40g di anacardi
- 20g di olio evo
- 2C di yogurt di soia (opzionale)
- sale
- pepe
- ghiaccio

Frullate per bene gli anacardi, quindi aggiungete nel frullatore tutti gli altri ingredienti tranne lo yogurt ed il sale. Frullate fino ad ottenere una crema fluida e senza grumi, aggiungendo acqua fino a raggiungere la densità che desiderate. Se volete potete anche filtrare il tutto. A questo punto, se desiderate dare maggior cremosità alla zuppa, aggiungete lo yogurt e mescolate bene. Servite con del ghiaccio.
aglio, anacardi, basilico, cetrioli, crudista, gazpacho, peperoni, raw, Raw Food, ricette vegan, sedano, yogurt soia, Zuppe,



venerdì 27 settembre 2013

A cena da Carola

L’avevo già accennato della cena da Carola quando ho pubblicato la Salsa di mele per le verdurine per l’aperitivo. Ora vi racconto cosa le ho preparato. Ad essere precisi ho cucinato per lei in due occasioni, la prima volta era curiosità la sua ed ha invitato gli amici più cari. La seconda volta invece c’era un’occasione speciale. Carola è una padrona di casa esemplare, creativa, accogliente, gentile, aperta alle novità, allegra ed entusiasta, mi sono sentita accettata (unica vegan tra onnivori), gratificata ed elogiata … il mio estro creativo ed il sano narcisismo è stato ampiamente ricompensato! ^_^

Erano tutti molto soddisfatti e piacevolmente sorpresi della bontà di piatti completamente vegetali ... anche se non ho convinto nessuno a cambiare abitudini ... 

Prima cena
Aperitivo: tartine di mopur e olive, tartine di vegrino e fiore del cappero, wurstel in sfoglia.
Secondi: seitan brasato al vino rosso, involtino di bleda ripieno di crema di ceci, zucchine olio e limone.
Dolci: veg-tiramisù cremoso, cuscus dolce con crema pasticciera.

Seconda cena
Aperitivo: Crema alla mela speziata con bastoncini di verdura, farfrittata di cipolla, cuoricini di sfoglia agli spinaci.
Antipasti: crostini con pesto di sedano con fragole e germogli di soia, carpaccio di zucchine limone e menta, spiedini di melone e wurstel di seitan.
Primi: gazpacho verde, spaghetti alla carbonara veg (versione cremosa).

Secondi: cannolo di tofu con crema alle nocciole e basilico, Quiche Lorraine, tartare piccante di pomodori e peperoni.
Dolci: zuppa di anguria con veg-cheesecake alle pesche e crostini alle carote.
Immancabile la mia Tartaruga all'olio!
Carola ha voluto stupire i suoi ospiti, i suoi amici più vicini, offrendo loro una cena speciale. Un plauso a Carola per aver fatto questa scelta ed un grazie a tutti per aver mangiato tutto quello che ho preparato per loro, facendomi dei gran complimenti! Noi vegan sappiamo che il cibo vegan è squisito, quindi nulla di strano per noi ^_* ma chi non è abituato, spesso si stupisce di fronte a certi piatti anche molto semplici ma completamente vegetali.

Mi è piaciuto molto dimostrare che la cucina semplicemente vegetale può essere così deliziosa, così gustosa, così creativa e così … sorprendente! E mi sono anche divertita molto, cosa che ovviamente rende il tutto perfetto!

Ringrazio Carola per la fiducia, la stima, la simpatia e l’ospitalità, sei strepitosa! ^_*


giovedì 26 settembre 2013

Golosità Vegane Estate su Radio Capodistria – Puntata 31 – Veg-parmigiana

video

Se non ce l’avete fatta ad ascoltarla in radio eccovi l’undicesima puntata di Golosità Vegane Estate (trentunesima in tutto) su Radio Capodistria.

D’estate le melanzane imperano, quindi perché non fare una parmigiana veg? E se poi questa è anche veloce e leggera non è meglio? La ricetta la trovi già pubblicata qui. ^_^

Come sempre vi chiedo di aiutarmi a crescere facendomi sapere che ne pensate … avete dei consigli? Cosa posso fare meglio? Grazie mille! ^_^


Golosità Vegane Estate va in onda su Radio Capodistria 
il martedì alle 9.00, non mancate!!! ^_^


La puntata va in contemporanea su Radio Capodistria e su TeleCapodistria, puoi vederla sul web a questo indirizzo:


Potete ascoltare Radio Capodistria nei seguenti modi:

Trasmissioni terrestri
Onde Medie  1170 Khz pari a metri 256,4
Modulazione di Frequenza: 97.7 – 103.1 – 103.6 Mhz Stereo RDS
Area servizio: Friuli Venezia Giulia, veneto, Istria, regione dell'alto e medio Adriatico. Durante le ore notturne grazie al fenomeno della propogazione delle onde herziane l'area del servizio si estende alle altre regioni del nord e centro Italia.

Satellite
Se possiedi un'antenna parabolica puntata sul satellite HOTBIRD il transponder è 12303 V sul pid audio 254 (trasmissioni in chiaro)
Area servizio : Europa

Web
Su internet puoi cliccare sulla nostra home page
clicca su »ascolta live«
sulla barra grigia clicca su "Nastavitve"
si apre Menù a discesa.
scegli "Nizka" e poi "Potrdite izbiro".

sabato 21 settembre 2013

Torta di mele al limone e semi di papavero

Questa torta nasce dalla voglia di combinare una torta di mele con una al limone e semi di papavero. Volevo vedere la soffice nuvola bianca con i puntini neri coperta da ventagli di mele e granella di nocciola. Ed ecco qui il risultato di questa insolita unione! La torta non è molto alta per permettere alle mele di contribuire in modo forte, lo zucchero è di canna grezzo, quindi scurisce in cottura ma, se volte che la torta resti chiara, potete sostituirlo con sciroppo d’agave o con succo di mele. I semini rendono la torta croccante, le mele ed il limone si sposano alla perfezione, le mandorle danno quel tocco in più!

Ingredienti
- 4 mele
- 100g di olio riso
- un pezzetto di banana
- 50g di semi di papavero (volendo ne potete mettere anche di meno)
- un limone
- 75g di zucchero di canna grezzo (o altro dolcificante chiaro)
- sale all’ibisco
- 200g di farina 2 (semi integrale)
- 4g di lievito
- 110g di yogurt di soia
- 40g di panna di soia
- nocciole

Schiacciate con una forchetta la banana e mescolatela con l’olio, i semini, il succo e la buccia grattugiata del limone, lo zucchero ed un pizzico di sale (quello all’inisco è perfetto per i cibi agrumati). Mescolate bene ed aggiungete la farina con il lievito (volendo potete metterne anche un pochino in più), lo yogurt e la panna. Mescolate bene fino ad ottenere una crema senza grumi.
Mettete l’impasto in una teglia per torte (la mia aveva il diametro di 20 cm e me ne avanza un po’ per una piccola cocottina da 10 cm) con carta da forno bagnata, strizzata ed oliata.

Tagliate a quarti le mele, pelatele e togliete il torsolo, quindi fate delle incisioni per il lungo, mettele sopra l’impasto con le incisioni verso l’alto ed infornate a forno già caldo a 180° per 45’ (controllare sempre con lo stecchino).
Quando pronta tiratela fuori dal forno, spennellatela con un’emulsione fatta con un goccio di succo di limone e lo sciroppo di tarassaco e cospargetela di nocciole frantumate al mortaio. Aspettate che diventi tiepida o fredda e gustatela!

Oppure potete fare dei plumcake mignon ... questi li ho fatti con lo sciroppo d'agave al posto dello zucchero, così sono rimasti chiari, potete vedere anche l'interno. ^_^


Con questa ricetta partecipo al contest "Le mele nel piatto" riservato a blogger di Friuli-Venezia Giulia, Veneto, Trentino, Lombardia, Carinzia, Slovenia, Contea dell'Istria croata e promosso dalla rivista Quanto basta FVG in collaborazione con la Pro Loco di Pantianicco.


venerdì 20 settembre 2013

Salsa di mele e verdurine

Antipasti, aperitivo, cannella, ibiscus, limoni, mele, ricette vegan, salsa, salsa soia, tamari,
La stagione degli aperitivi all’aperto sono quasi finiti, ma non ancora: infatti termina dopo il mio compleanno, io ve lo dico, non azzardatevi a rinunciare a festeggiare all’aperto, di giornate belle ce ne sono ancora e ce ne saranno sicuramente, soprattutto la settimana prossima! ^_*

Questa salsa l’ho preparata per Carola, per un aperitivo in terrazza in occasione di una cena speciale. Ottima accompagnata da un buon vinello, ve la consiglio come alternativa al pinzimonio, per pucciarci dentro delle verdurine crude tagliate a bastoncino. Morbida, dolce ma intensa, può essere utilizzata anche per accompagnare l’arrosto di seitan o del tofu alla piastra.

Ingredienti
- mele
- limoni
- cannella
- sale all’ibisco
- pepe bianco
- salsa tamari
- olio evo

Pelate le mele e pulitele dal torsolo, tagliatele grossolanamente e mettetele in un frullatore insieme al succo di limone, le spezie, un goccino di salsa tamari (non esagerate altrimenti si scurisce troppo), un goccio di olio e frullate fino ad ottenere una crema fluida e senza grumi. Tutte le quantità dipendono da quanta salsa serve e le proporzioni dai vostri gusti.

Le verdure utilizzate: carote, sedano, peperone giallo e rosso.
Antipasti, aperitivo, cannella, ibiscus, limoni, mele, ricette vegan, salsa, salsa soia, tamari,

Con questa ricetta partecipo al contest "Le mele nel piatto" riservato a blogger di Friuli-Venezia Giulia, Veneto, Trentino, Lombardia, Carinzia, Slovenia, Contea dell'Istria croata e promosso dalla rivista Quanto basta FVG in collaborazione con la Pro Loco di Pantianicco.

giovedì 19 settembre 2013

Crostata di mele

Mi hanno sempre fatto impazzire quelle crostate di mele con un’infinità di strati di fette di mele ma non mi sono mai cimentata. Ora anch’io ho la mia crostata di mele a strati ed è così buona che, anche se forse non mi è venuta bellissima, voglio proprio condividerla con voi. La marinatura è stuzzicante e deliziosa, la crosta è la mia frolla, quella con olio e zucchero di canna grezzo, gli strati non sono tantissimi ma non potevo esagerare, altrimenti mangio dolci per una settimana!

Ingredienti per la frolla
- 50g di olio di riso
- 75g di zucchero di canna grezzo
- 200g di farina 2 (semi integrale)
- un pizzico di sale all’ibisco
- ¼ c di bicarbonato
- 1c di cannella
- 2c di zenzero in polvere
- buccia di ¼ di limone
- latte di avena qb

Mescolate bene tutti gli ingredienti, mettete l’impasto nella pellicola e lasciate riposare in frigo per 1 ora. Intanto preparate il resto.

Ingredienti per il ripieno
- 2 mele
- 1 limone
- zenzero in polvere
- cannella

Pelate e tagliate le mele a fettine sottili. Preparate la marinatura con il succo del limone e le spezie a vostro gusto, versate sulle mele, mescolate delicatamente e mettete in frigo.
Passata l’ora stendete 2/3 della frolla e mettetela nella teglia che userete per la cottura (io ne ho usata una da 20 cm di diametro) e date la forma della base e dei bordi. Aggiungete le mele a strati, alla fine versate il sughetto restante. Stendete l’ultima parte della frolla e adagiatela sopra le mele, chiudete bene e fate delle incisioni sul top, magari dei disegnini, quindi infornate a forno già caldo a 150-160° per 25 minuti circa, verificate il colore della frolla.

Quando taglierete a fette la crostata vedrete gli strati, le mele restano ancora un po’ croccanti e sono superdeliziose!


Con questa ricetta partecipo al contest "Le mele nel piatto" riservato a blogger di Friuli-Venezia Giulia, Veneto, Trentino, Lombardia, Carinzia, Slovenia, Contea dell'Istria croata e promosso dalla rivista Quanto basta FVG in collaborazione con la Pro Loco di Pantianicco.

mercoledì 18 settembre 2013

Golosità Vegane Estate su Radio Capodistria – Puntata 30 – Gazpacho verde

video

Se non ce l’avete fatta ad ascoltarla in radio eccovi la decima puntata di Golosità Vegane Estate (trentesima in tutto) su Radio Capodistria.

Oggi facciamo una ricetta spagnola, una variazione nel colore, visto che la ricetta classica è rossa, mentre noi facciamo la versione verde, sempre fresca e gustosa. ^_^

Come sempre vi chiedo di aiutarmi a crescere facendomi sapere che ne pensate … avete dei consigli? Cosa posso fare meglio? Grazie mille! ^_^


Golosità Vegane Estate va in onda su Radio Capodistria 
il martedì alle 9.00, non mancate!!! ^_^


La puntata va in contemporanea su Radio Capodistria e su TeleCapodistria, puoi vederla sul web a questo indirizzo:


Potete ascoltare Radio Capodistria nei seguenti modi:

Trasmissioni terrestri
Onde Medie  1170 Khz pari a metri 256,4
Modulazione di Frequenza: 97.7 – 103.1 – 103.6 Mhz Stereo RDS
Area servizio: Friuli Venezia Giulia, veneto, Istria, regione dell'alto e medio Adriatico. Durante le ore notturne grazie al fenomeno della propogazione delle onde herziane l'area del servizio si estende alle altre regioni del nord e centro Italia.

Satellite
Se possiedi un'antenna parabolica puntata sul satellite HOTBIRD il transponder è 12303 V sul pid audio 254 (trasmissioni in chiaro)
Area servizio : Europa

Web
Su internet puoi cliccare sulla nostra home page
clicca su »ascolta live«
sulla barra grigia clicca su "Nastavitve"
si apre Menù a discesa.
scegli "Nizka" e poi "Potrdite izbiro".


martedì 17 settembre 2013

Mezzelune di patate con mele caramellate

Dopo una zuppa ecco un altro primo (che può essere facilmente riadattato come dolce), un piatto tipico trentino, una ricetta dello chef Monika Schölzhorn che io ho riadattato per l’occasione (e veganizzato). Gli gnocchi ripieni sono anche tipici del triestino (vedi gli gnocchi de susini o la mia versione) e ne sono sempre andata matta, con l’involucro morbido e soffice come una nuvola ed un ripieno dolce ed inatteso. Qui gli gnocchi vengono stesi con il mattarello e di ripieno ci mettiamo le deliziose mele, caramellate in padella con delle nocciole che danno la parte croccante. Che dire … semplicemente deliziose! ^_*

Ingredienti per ogni porzione (3 mezzelune)
Gnocchi
- 100g di patate pelate e bollite
- 25g di farina 2 (semi integrale)
- 1C di panna di soia
- noce moscata
- sale
Ripieno
- ½ mela
- una manciata di nocciole
- zucchero di canna grezzo
- cannella
- sale
- 1C di panna di soia
- 1C di grappa
- olio di riso
Condimento
- olio di riso
- zucchero di canna grezzo
- pane grattugiato
- cannella
- sale
Mentre lessate le patate tagliate a pezzettini piccoli la mela e frantumate le nocciole in un mortaio. Fate sciogliere in padella lo zucchero nell’olio, quindi aggiungete le mele e la grappa, fate asciugare, quindi aggiungete un filo di cannella, un pizzico di sale ed un cucchiaio di panna di soia. Infine aggiungete le nocciole, cucinate ancora un minuto quindi spegnete e fate raffreddare.

Scolate le patate, schiacciatele con una forchetta, aggiungete un pizzico di sale, della noce moscata (basta un pizzico), la panna di soia e mescolate per bene, quindi aggiungete la farina e mescolate con le mani fino ad avere un impasto omogeneo. Sporcate il piano di lavoro con della farina supplementare, stendete l’impasto con il matterello e tagliate dei cerchi da 11 cm (io avevo un coppa pasta di questa dimensione) e metteteli da parte su un piano infarinato.
Quando tutti i cerchi sono pronti mettete a bollire dell’acqua salata in un tegame abbastanza largo, intanto farcite i cerchi, mettendo una parte dell’impasto nel centro, bagnando con dell’acqua tutto intorno e chiudendo bene a mezzaluna. Quando l’acqua bolle abbassate il gas, adagiate le mezzelune in acqua e puntate il timer su 6/7 minuti (verranno a galla molto prima ma voi lasciatele dentro).

Intanto preparate il sughetto, tostate il pane con la cannella, alla fine aggiungete un filo di olio. Scolate le mezzelune direttamente nella padella con il sugo, spolverate con lo zucchero e cucinate per un minutino. Impiattate e spolverizzate con un filo di pangrattato ed un pizzico di sale, per dare il contrasto.

Con questa ricetta partecipo al contest "Le mele nel piatto" riservato a blogger di Friuli-Venezia Giulia, Veneto, Trentino, Lombardia, Carinzia, Slovenia, Contea dell'Istria croata e promosso dalla rivista Quanto basta FVG in collaborazione con la Pro Loco di Pantianicco.


lunedì 16 settembre 2013

Vellutata di mele

cipolle, mele, miso, panna soia, patate, ricette vegan, timo, vellutata, Zuppe,
Il contest sulle mele ha sviluppato tutta la mia creatività ed ho cercato di rendere al meglio questo alimento, così semplice ma così duttile, gustoso e meraviglioso. Quindi questa è la settimana delle mele! Ho già cucinato diverse ricette dolci e salate per cercare di esaltare al meglio questo frutto e questa è una ricetta semplice nella preparazione e negli ingredienti ma dal gusto veramente speciale: morbido, soffice, scioglievole … superdelicata questa vellutata è perfetta per aprire i pasti, lascia al palato un gusto così gradevole ed accogliente da poter accettare qualunque altro cibo. 

Ingredienti per due persone
- 2 mele
- 2 patate piccole
- ½ cipolla
- olio evo
- 2C di panna di soia
- 1c di miso bianco
- timo fresco
cipolle, mele, miso, panna soia, patate, ricette vegan, timo, vellutata, Zuppe,
Tagliate a pezzetti la cipolla e mettetela in un tegame con un paio di cucchiai di olio e fate rosolare. Nel frattempo pelate e tagliate a cubetti piccoli le patate ed aggiungetele alla cipolla dorata. Fate insaporire poi aggiungete dell’acqua calda e cucinate per 5 minuti. Nel frattempo pelate e tagliate a cubetti le mele. Trascorso il tempo aggiungetele alle patate e cipolla ed aggiungete altra acqua calda e fate cucinare per 10 minuti.

Aggiungete il miso e la panna e frullate per bene tutto, non lasciate grumi, frullate finché il composto è bello liscio, cucinate ancora qualche minuto, quindi versate nei piatti ed aggiungete delle foglioline di timo fresco. La quantità di acqua che metterete dipende dai vostri gusti, a seconda se preferite la vellutata molto liquida o più densa e compatta.
cipolle, mele, miso, panna soia, patate, ricette vegan, timo, vellutata, Zuppe,

Con questa ricetta partecipo al contest "Le mele nel piatto" riservato a blogger di Friuli-Venezia Giulia, Veneto, Trentino, Lombardia, Carinzia, Slovenia, Contea dell'Istria croata e promosso dalla rivista Quanto basta FVG in collaborazione con la Pro Loco di Pantianicco.

domenica 15 settembre 2013

Golosità Vegane Estate su Radio Capodistria – Puntata 29 – Gelato gelato

video

Se non ce l’avete fatta ad ascoltarla in radio eccovi la nona puntata di Golosità Vegane Estate (ventinovesima in tutto) su Radio Capodistria.

Oggi facciamo il gelato gelato, ovvero il gelato crudista, ovvero frutta gelata che, con la banana diventa di una cremosità molto vicina al gelato tradizionale, provate, deliziosissimo! La ricetta con le foto la trovi qui. ^_^

Come sempre vi chiedo di aiutarmi a crescere facendomi sapere che ne pensate … avete dei consigli? Cosa posso fare meglio? Grazie mille! ^_^


Golosità Vegane Estate va in onda su Radio Capodistria 
il martedì alle 9.00, non mancate!!! ^_^


La puntata va in contemporanea su Radio Capodistria e su TeleCapodistria, puoi vederla sul web a questo indirizzo:


Potete ascoltare Radio Capodistria nei seguenti modi:

Trasmissioni terrestri
Onde Medie  1170 Khz pari a metri 256,4
Modulazione di Frequenza: 97.7 – 103.1 – 103.6 Mhz Stereo RDS
Area servizio: Friuli Venezia Giulia, veneto, Istria, regione dell'alto e medio Adriatico. Durante le ore notturne grazie al fenomeno della propogazione delle onde herziane l'area del servizio si estende alle altre regioni del nord e centro Italia.

Satellite
Se possiedi un'antenna parabolica puntata sul satellite HOTBIRD il transponder è 12303 V sul pid audio 254 (trasmissioni in chiaro)
Area servizio : Europa

Web
Su internet puoi cliccare sulla nostra home page
clicca su »ascolta live«
sulla barra grigia clicca su "Nastavitve"
si apre Menù a discesa.
scegli "Nizka" e poi "Potrdite izbiro".


sabato 14 settembre 2013

Biscotti rustici di mele e zenzero … senza zucchero!

Ok, è vero, sembrano dei taralli e dei grissini, perché ho dato loro quella forma … no, in realtà potrebbero esserlo anche per la consistenza e, visto che sono senza zucchero, sono perfetti per un dopo cena con del vinello … in effetti è proprio così che li abbiamo mangiati con degli amici e sembravano fatti apposta per quell’occasione! Sono proprio rustici, il nome calza a pennello! Ma anche il giorno dopo a colazione sono risultati buoni … ed anche a merenda … ahahaha sì beh, dai, erano buoni! Io ho messo parecchio zenzero che ha dato molto sapore, voi mettetene quanto ne volete che devono piacere a voi! ^_*

Ingredienti
- 240g di mele
- ½ limone
- zenzero
- 200g farina riso integrale
- 300g farina2 (semi integrale)
- 60g olio di riso
- sale all’ibisco
- ½c di zenzero in polvere (facoltativo)
- 1c colmo di bicarbonato
- 2 datteri
- 1C di uvetta

Pelate le mele e frullatele con il succo del limone e lo zenzero fresco, aggiungeteci le farine, l’olio, il sale (quello all’ibisco è perfetto per cibi agrumati), volendo ancora un po’ di zenzero in polvere ed il bicarbonato e mescolate per bene.

A parte frullate bene bene i datteri (messi in ammollo per qualche ora in un bicchiere d’acqua) e l’uva passa aggiungendo anche un filo di acqua dell’ammollo. Aggiungete questo frullato al composto e mescolate per bene, serviranno sicuramente ancora liquidi, quindi aggiungete l’acqua dell’ammollo fino ad avere un composto morbido e compatto. Fate una bella palla e mettete in frigo per un’oretta.

Trascorsa l’ora prendete dei pezzetti di composto e fate delle palline, quindi dei grissinotti, alcuni li lasciate così, altri li potete stendere ancora un po’ e chiudere come i taralli. Metteteli su una teglia ricoperta da carta forno ed infornate a forno già caldo a 180° per 20 minuit. Lasciate raffreddare, mangiateli almeno tiepidi / freddi, che caldi non si sentono bene i gusti.

Con questa ricetta partecipo al contest "Le mele nel piatto" riservato a blogger di Friuli-Venezia Giulia, Veneto, Trentino, Lombardia, Carinzia, Slovenia, Contea dell'Istria croata e promosso dalla rivista Quanto basta FVG in collaborazione con la Pro Loco di Pantianicco.


giovedì 12 settembre 2013

Crumble di prugne ... e di mele

Ecco un altro dolcetto tutto rosso! Le prugne rosse sono belle succose e golose e che sorpresa sotto la crosticina dorata … dolcetto semplicissimo da preparare in pochi minuti anche se avete degli ospiti a sorpresa, basta avere pochissimi ingredienti!

Ingredienti
- 3 prugne rosse
- una mela
- 50g di farina integrale
- 50g di olio
- 50g di zucchero di canna integrale
- cannella
- cardamomo
Oliate una formina e spolveratela di zucchero, metteteci dentro 3 prugne tagliate a pezzetti. A parte mescolate la farina con l’olio, lo zucchero e le spezie. Lavorate l’impasto con le mani fino ad avere delle briciole, mettetele sopra la frutta ed infornate, a forno già caldo, per 20 minuti a 180°. Lasciate raffreddare leggermente e poi mangiate, ancora caldo.
La seconda parte del post invece è dedicata alle mele e al crumble di mele, fatto con metà dell'impasto da mettere sopra. A me la frutta piace molto, tutta, ma le mele sono sempre presenti nel mio cestello della frutta perché sono leggere, gustose e succose e mi piace mangiarle così, mentre controllo la posta o leggo un libro. Di certe poi vado proprio matta ma non vi dico quali altrimenti le altre si offendono. ^_*

Una cosa che proprio mi fa impazzire è mescolare la mela con lo zenzero ... oppure classico con la cannella ... ma anche con il salato, se cercate l'etichetta "mele" troverete degli accoppiamenti particolari, soprattutto cruda in insalata, con ortaggi. Un giorno ho anche tentato di riprodurre la ricetta di un grandissimo chef, la mia prima ricetta di mele, la "Mela ingabbiata" me la sono andata a rivedere ... quanti ricordi ... avevo aperto il blog da poco e ancora le mie ricette erano "rustiche". Vabbè dai che poi mi viene la malinconia ... gustatevi questo crumble di mele va! Il procedimento è lo stesso di quello di prugne ma se proprio volete aggiungere un filo di zenzero io non vi fermerò di sicuro! ^_*
Con queste dosi si fanno due porzioni, una di prugne ed una di mele, anche se, da brava golosona, devo dirvi che sono abbondanti … potete metterle in cocottine più piccole e fare 4 porzioni da servire agli ospiti.

Con questa ricetta partecipo al contest "Le mele nel piatto" riservato a blogger di Friuli-Venezia Giulia, Veneto, Trentino, Lombardia, Carinzia, Slovenia, Contea dell'Istria croata e promosso dalla rivista Quanto basta FVG in collaborazione con la Pro Loco di Pantianicco.

martedì 10 settembre 2013

Golosità Vegane Estate su Radio Capodistria – Puntata 28 – Pancake con le albicocche

video

Se non ce l’avete fatta ad ascoltarla in radio eccovi la ottava puntata di Golosità Vegane Estate (ventottesima in tutto) su Radio Capodistria.

Oggi parliamo di colazione e prepariamo dei sofficissimi pancake con una composta di albicocche. ^_^

Come sempre vi chiedo di aiutarmi a crescere facendomi sapere che ne pensate … avete dei consigli? Cosa posso fare meglio? Grazie mille! ^_^


Golosità Vegane Estate va in onda su Radio Capodistria 
il martedì alle 9.00, non mancate!!! ^_^


La puntata va in contemporanea su Radio Capodistria e su TeleCapodistria, puoi vederla sul web a questo indirizzo:


Potete ascoltare Radio Capodistria nei seguenti modi:

Trasmissioni terrestri
Onde Medie  1170 Khz pari a metri 256,4
Modulazione di Frequenza: 97.7 – 103.1 – 103.6 Mhz Stereo RDS
Area servizio: Friuli Venezia Giulia, veneto, Istria, regione dell'alto e medio Adriatico. Durante le ore notturne grazie al fenomeno della propogazione delle onde herziane l'area del servizio si estende alle altre regioni del nord e centro Italia.

Satellite
Se possiedi un'antenna parabolica puntata sul satellite HOTBIRD il transponder è 12303 V sul pid audio 254 (trasmissioni in chiaro)
Area servizio : Europa

Web
Su internet puoi cliccare sulla nostra home page
clicca su »ascolta live«
sulla barra grigia clicca su "Nastavitve"
si apre Menù a discesa.
scegli "Nizka" e poi "Potrdite izbiro".


lunedì 9 settembre 2013

Vegrino stagionato affumicato

Formaggi vegetali, formaggio, forno, latte di soia, ricette vegan, sale affumicato, Secondi, stagionato, timo, vegrino, yogurt soia,
Quando ho provato a cucinare il vegrino ho fatto diverse prove ed ho sperimentato diversi abbinamenti e metodi di cottura, trovando delle belle sorprese. Questa ricetta è facilissima da fare e di grande effetto … sì perché il suo gusto è molto ricco, forte, prezioso, ne resterete affascinati! 

Ingredienti
- sale affumicato
- olio evo
Formaggi vegetali, formaggio, forno, latte di soia, ricette vegan, sale affumicato, Secondi, stagionato, timo, vegrino, yogurt soia,
Ho prodotto il vegrino semplicemente facendo colare per alcuni giorni lo yogurt senza aggiungere altro. Dopo 2/3 giorni mescolate il vegrino con il sale affumicato (scegliete voi quanto), mettetelo nelle cocottine oliate, anche dentro dei pirottini se volete ed infornate a 180° per 30-40 minuti, verificate voi che il vegrino sia bello dorato. E sono pronti per essere mangiati, magari accompagnati con un’insalata oppure tagliato a fette e messo sul pane o dentro i panini, è un’ottima alternativa al formaggio!

Così semplice è già perfetto ma se volete potete condirli con tutte le spezie e le erbe a vostro piacere. Nella prima foto ed in quelle qua sotto infatti il primo “formaggio” è condito con del timo fresco.
Formaggi vegetali, formaggio, forno, latte di soia, ricette vegan, sale affumicato, Secondi, stagionato, timo, vegrino, yogurt soia,
L’unica cosa che ad ogni passaggio si riduce di molto, dal latte di soia allo yogurt, dallo yogurt al vegrino e dal vegrino al vegrino stagionato ... e ci vuole pazienza, ma verrete ripagati ampiamente!!!
Formaggi vegetali, formaggio, forno, latte di soia, ricette vegan, sale affumicato, Secondi, stagionato, timo, vegrino, yogurt soia,

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...