martedì 4 febbraio 2014

Vegrino stagionato di kefir

Un formaggio vegetale stagionato fatto partendo dal kefir di latte di soia.
Avete mai bevuto il kefir d’acqua? Una bevanda dissetante, leggermente frizzante, la trovo veramente gradevole, anzi, provo una sorta di dipendenza da questa bevanda, infatti quando mi attacco alla bottiglietta non smetterei più … sarà il gusto del limone, sarà che è zuccherato … lo stra-adoro! Poi sembra che faccia anche molto bene, dal sistemare la flora batterica dell’intestino a migliorare in generale le funzionalità dell’apparato digerente ad aumentare le difese immunitarie. Ma quel che più importa per me è che è proprio buono! Ma che cos’è questo kefir? Sono dei granuletti che si riproducono a dismisura (occhio che non vi invadano eh!), il nome deriva da keif = benessere, e veniva usato già 4.000 anni fa. Sono composti da fermenti lattici e lieviti agglomerati in una struttura chiamata kefiran (polisaccaridi, proteine, lipidi). Ma andate a vedere dove ho recuperato le info, così se vi interessa approfondire la conoscenza, vi leggete tutto spiegato bene.

Dunque, a parte il kefir d’acqua, grazie al libro di Grazia CacciolaFormaggi Veg”, ho preso a fare il kefir di latte (di soia) che ovviamente può essere fatto dai grani di kefir d’acqua in quanto il latte di soia è fatto di fagiolo e acqua. Io non mi mangio mai o quasi lo yogurt ma ho pensato di farci un vegrino, che è venuto buono come quello fatto di yogurt di soia, solo un po’ più acidino, provato già in versione dolce ed in quella salata (per me rende di più in quest'ultima versione). Così ho pensato anche alla variante “stagionata” sia affumicata (con l’aggiunta del sale affumicato) sia semplice. I miei ospiti (Loveg e Veggie Channel a casa mia in occasione delle gare di tuffi della sfida di Massimo a Trieste) se lo sono spazzolato tutto, quindi direi che è piaciuto! ^_*

Rispetto quello classico, oltre al gusto, questo di kefir risulta un po’ più friabile, meno compatto, ma resta comunque un buon formaggio vegano!
Un formaggio vegetale stagionato fatto partendo dal kefir di latte di soia.
Ingredienti
- 1lt di latte di soia
- granuli di kefir d’acqua
- spezie a piacere
- sale affumicato

Il procedimento è semplicissimo: si mettono i granuletti in una brocca o in un vaso che contenga un litro di latte di soia, coprite con un piatto e poi con un panno (lasciate respirare i granuli) e teneteli a fare il loro lavoro per 24 ore. Si formerà una specie di yogurt (se volete lo potete anche mangiare così). A questo punto passate tutto in un setaccio per separare i granuli dalla quella specie di yogurt. Ora come per il vegrino classico mettete il tutto in uno colino, magari foderato con un telo di cotone o lino (ho scoperto che la carta non è consigliata, potrebbe rilasciare la colla che contiene). Mettete sotto un contenitore a raccogliere il liquido che si perde e lasciate pure in frigo per un paio di giorni.
Un formaggio vegetale stagionato fatto partendo dal kefir di latte di soia.
Versione affumicata (vegrino ricoperto di sale affumicato)
Quando si è sufficientemente asciugato e privato del liquido potete speziarlo come preferite (vedi anche la ricetta del Vegrino stagionato affumicato), lo mettete in un coppapasta sopra una teglia foderata di carta forno e via in forno alla temperatura che preferite (l’ho cucinato sia a 180° che al massimo) finché si gonfia e poi si ritira e si asciuga. Lo vedete a occhio quando è pronto. Toglietelo dal coppapasta e servitelo!

Con verdure, con crostini, da mettere sul pane, sopra la pasta a mo’ di ricotta affumicata, insomma come più vi piace!
Un formaggio vegetale stagionato fatto partendo dal kefir di latte di soia.



11 commenti:

  1. In versione stagionata non l'ho mai provato... rimedierò! Riesci sempre a separare bene i granuli dal lo "yogurt"? io con quelli d'acqua messi nel latte di soia non sempre riesco a farlo benissimo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero che tu hai sempre il "vegrino" di kefir in frigo! ^_^
      Per la separazione sì, lo lascio 24 ore ma anche con 36 sono riuscita, lo yogurt mi resta abbastanza liquido, e poi lo muovo con un cucchiaio sopra un colino, e resta solo un po' sporto il kefir, che poi riutilizzo sciacquandolo ... perché a te resta attaccato? Forse lo lasci più di me nel latte?

      Elimina
  2. ecco ora sono curiosa di sperimentare tutto :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :D Vai Lo curiosa, così scopri se ti piace ... è una bella sorpresa per me ^_^

      Elimina
  3. Ciaoooo mi permetto chiederti dovre trovi i granuli per fare il kefir???? So che bisogna trovare qualcuno che è disponibile a dartene un pò. Acquisto qualche volta il kefir quello che si trova nella grande distribuzione ovviamente pronto da bere o anche come yougurt.
    Ti ringrazio anche se non sono vegana ne vegetariana questa ricetta/accostamento piace anche a me. Buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Edvige, io uso quelli di acqua per fare sia la bevanda d'acqua sia lo yogurt di latte di soia. Quelli di latte, che non sono vegan, non li ho. Se ti interessano quelli di acqua te li do io molto volentieri! Invece quelli di latte non so chi li possa avere qui a Trieste ma so che nel sito http://www.ilmiokefir.altervista.org/index.html te li spediscono. ^_^

      Elimina
    2. Grazie ti chiedo in messaggio alcune cose.Ciao

      Elimina
  4. Ciao Ale, mi piace tantissimo l'idea di una versione stagionata.. questa con il sale affumicato non l'ho mai provata, in genere per dare quel sapore uso le foglie del tè lapsangh, ma mi hai incuriosito.. non mi resta che provare!!!! A presto! Lucy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lucy! Io per affumicare uso il metodo classico, il thè ed anche il sale, certo non puoi metterne tantissimo ma è molto forte! ^_^

      Elimina
  5. Tempo fa il mio kefir mi tradì, o piuttosto io tradii lui, comunque vale la pena di recuperarlo, mi hai convinto subito, eh! Baci :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ^_^ Vai Leti, vedrai che soddisfazioni!!!

      Elimina

La tua opinione è importante per me ed i tuoi commenti mi aiutano a migliorare, grazie per il tempo che mi dedichi.
Se commenti con Anonimo è gradito il nome, mi piace sapere con chi parlo! ^_^

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...