lunedì 13 febbraio 2017

Spezzatino di soia piccante con albicocche secche

Spezzatino di soia piccante con albicocche secche
Visto che molti di voi mi hanno chiesto la ricetta dello spezzatino che ho postato sui social ieri, pubblico questa ricetta, così posso prendere una pausa dalle ricette dei primi che pubblicavo ultimamente. ^_^

Prima di tutto vorrei dirvi che non mangio spesso la soia testurizzata (in granulare per fare i ragù o quella, come questa, per fare lo spezzatino), se la mangio tre volte l’anno è tanto, preferisco sempre più alimenti esclusivamente naturali come frutta, verdura, cereali e legumi. Ho quasi eliminato il glutine, ogni tanto ne mangio ancora ma sostanzialmente l’ho eliminato con gran dispiacere per il mio licoli, che rinfresco ogni tanto perché voglio ancora provare qualche panificazione. Comunque, per tornare alla soia, mangiatela una volta o due al mese, per esempio, giusto per cambiare menù o per qualche sfiziosa ricetta ma preferite sempre alimenti più salutari. In ogni caso questa ricetta è meravigliosa, il sapore è molto gustoso e saporito e la polenta taragna si accompagna perfettamente.

Ingredienti
- 200g di soia per spezzatino
- 1 cipolla
- 1 carota
- olio
- aglio in polvere
- paprika dolce
- peperoncino in polvere
- salsa tamari
- pomodoro concentrato
- 4 albicocche secche
Spezzatino di soia piccante con albicocche secche
Tagliate a fettine la cipolla e alla julienne la carota, mettetele in un tegame con dell’olio e fate andare fino a quando la cipolla diventa dorata. A questo punto aggiungete la soia, coprite di acqua e fate andare per una decina di minuti con un coperchio. L’acqua si sarà asciugata quasi del tutto, aggiungetene altrettanta e versate tutti gli altri ingredienti: un cucchiaio di salsa tamari, un cucchiaio di pomodoro concentrato, le spezie e le albicocche tagliate in 4. Cucinate ancora (ci vorranno circa altri 8-10 minuti) finché l’acqua sarà evaporata e resterà comunque un bel sughetto.

Accompagnate con polenta taragna e mangiate caldo bollente!

Nel caso ne avanzasse, l’acqua si asciugherà, allora quando lo scaldate aggiungete dell’acqua così ricreerete anche il sughetto.
Spezzatino di soia piccante con albicocche secche

sabato 21 gennaio 2017

Noodles di riso nero piccanti con tofu, cavolfiore verde e pomodori secchi

Noodles di riso nero piccanti con tofu, cavolfiore verde e pomodori secchi
Questo è il 600° post che scrivo, non la seicentesima ricetta, questo no, alcuni post riguardavano incontri o appuntamenti vegan, altri contest, libri, interviste. Fino ad ora ho pubblicato 458 ricette scritte e 73 radio ricette (ricette che ho dato a Radio Capodistria, alcune inedite, altre tratte dal blog). Ma è comunque una bella sensazione arrivare a questo numero e questo grazie a tutti voi che mi seguite sempre e mi date la motivazione ad andare avanti. Grazie!!!

Per questo "evento" pubblico una ricetta che adoro, un piatto etnico, un classico della cucina orientale ma con ingredienti in parte occidentali. Per non usare i soliti spaghettini di riso bianco, che il mio corpo non riesce più a tollerare un granché, ho usato questi, fatti come delle mini linguine, di riso nero, molto saporiti e dalla consistenza molto particolare. Provateli, sono buonissimi.

Ingredienti
- noodles di riso nero
- cavolfiore verde
- pomodori secchi
- olio evo
- peperoncino
- sale
- aglio in polvere
- paprika dolce
- lievito alimentare in scaglie o Grana Vegan

Tagliate i pomodori secchi in striscioline ed il tofu in cubettini piccoli, metteteli in padella con l’olio, aggiungete un po’ d’acqua e fate andare a fuoco vivace, aggiungete le spezie ed aspettate che l’acqua si asciughi. Intanto pulite il cavolfiore, separatelo in ciuffetti più piccoli possibile e cucinateli al vapore lasciandoli croccanti. Appena pronti versateli in padella con gli altri ingredienti, mescolate e lasciateli insaporire mentre cucinate i noodles. Seguite le indicazioni sulla confezione lasciandoli un po’ al dente, scolateli, versateli in padella con un goccio di acqua di cottura e fate andare a fuoco vivo mescolando bene. Impiattate e cospargete di Grana Vegan o lievito alimentare a piacere. Da mangiare rigorosamente con le bacchette!
Noodles di riso nero piccanti con tofu, cavolfiore verde e pomodori secchi


venerdì 13 gennaio 2017

Risotto alla verza e senape

Risotto alla verza e senape
Wow, quanto tempo è passato, ben 5 mesi dall’ultima ricetta … eh sì me la sono presa comoda ^_^
Ho racimolato un po’ di ricette in questo periodo anche se non ho cucinato molto e presto ci saranno anche delle novità, voi restate connessi che io presto vi aggiorno.

Per quanto riguarda questa ricetta, cucinata oggi, ho usato riso e piatti recuperati a casa di mio padre, dopo averla svuotata e data in affitto, di solito non uso del riso bianco, lo sapete, ne parlo qui nella pagina degli ingredienti, preferisco quello integrale, per motivi di gusto, salute e energia.

Ingredienti
- 120 riso carnaroli
- ¼ di verza
- olio evo
- 1C di senape in polvere
- un pizzico di pepe
- sale
- aglio in polvere
- 1C di burro vegan
- 1C di lievito alimentare in scaglie

Pulite e tagliate la verza, mettetela in padella con l’olio, aggiungete il riso, fate andare un po’ quindi coprite con due bicchieri di acqua e cucinate per 10 minuti. A questo punto aggiungete ancora 1 bicchiere d’acqua, le spezie, il burro ed il lievito alimentare in scaglie e fate andare per gli ultimi 5 minuti. Appena l’acqua si consuma senza che il riso si asciughi troppo, è pronto, impiattate e gustate.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...