domenica 16 novembre 2014

Broccoli e cavolfiore fritti

bicarbonato, broccoli, cavolfiore, cavoli, Contorni, curcuma, farina di ceci, fritto, gluten free, marmellata, melissa, prugne, ricette vegan, salsa pomodoro, semolino di riso,
Non friggo quasi mai, direi una o due volte l’anno, a Carnevale qualche dolcetto tipico ci scappa sempre, ma di solito tendo ad evitare visto che non è poi così sano. E poi a casa ti lascia quel profumino :P

Quelle volte che lo faccio però cerco di fare qualcosa di diverso ogni volta, così per sperimentare, per cambiare e creare qualcosa di nuovo. Questa pastella resta morbida, non diventa croccante ed è perfetta per avvolgere questi ciuffetti verdi. Anche il giorno dopo resta perfetta, se volete provare una pastella diversa provate questa. ^_^

Ingredienti
- broccoli
- cavolfiore
- 6C colmi di farina di ceci
- 3C di semolino di riso
- curcuma
- pepe
- bicarbonato
- sale
- olio evo
- melissa secca

bicarbonato, broccoli, cavolfiore, cavoli, Contorni, curcuma, farina di ceci, fritto, gluten free, marmellata, melissa, prugne, ricette vegan, salsa pomodoro, semolino di riso,
Per prima cosa preparate la pastella mescolando le farine con un pizzico di curcuma per dare colore, un pizzico di pepe per attivare le proprietà della curcuma, un pizzico di bicarbonato per rendere soffice la panatura ed il sale.

Pulite i cavoli e ricavate dalle teste dei piccoli ciuffetti.

Mentre scaldate abbondante olio in una padella con le pareti alte, immergete i ciuffetti di cavoli nella pastella, quindi friggete alcuni ciuffi alla volta per non far abbassare la temperatura, girate sui due lati fino ad ottenere la doratura della panatura. Passatele nella carta assorbente per far assorbire il più possibile l’unto. Servite con delle salse acide per contrastare l’unto, io ho usato della salsa di pomodoro e melissa e della marmellata di prugne.
bicarbonato, broccoli, cavolfiore, cavoli, Contorni, curcuma, farina di ceci, fritto, gluten free, marmellata, melissa, prugne, ricette vegan, salsa pomodoro, semolino di riso,

11 commenti:

  1. ma carissima, tu sei vegana: il fritto (quello di qualità e fatto come tu sai fare) ogni tanto ti può giovare, perché scalda!! L'idea che il fritto faccia male è corretta solo nell'ottica di una dieta onnivora moderna (e quindi sregolata) e se si intende fritto di carne e pesce. ma chi come noi sceglie di mangiare solo ciò che è giusto per l'uomo, a volte ha bisogno di una bella botta "yang", soprattutto d'inverno! basta non esagerare e mangiarne qualche pezzo insieme a un pasto completo. guarda nell'estremo oriente: piccole tempurine e fritturine quasi tutti i giorni (loro non hanno cotture al forno) e sono tutti magri e spiritualmente molto più evoluti di noi :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, hai fatto del tuo meglio ... ma con tutto quell'olio cotto ... cmq grazie mille cara, magari è proprio come dici tu e io mi sto facendo delle pare per nulla, un abbraccio!

      Elimina
  2. Anch'io il fritto una a tantum però...che buonooooo.
    Sai per me che non sono vegana solo fare il fritto non va bene comunque ma questa pastella me la segno è un modo diverso di provare una frittura,
    Grazie e buona settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Edvige, una pastella diversa per quella tua volta ogni tanto, fammi sapere se la fai come ti viene ;)

      Elimina
  3. invitante questa pastella...e concordo con pasticci patapata,un fritto ogni tanto ci vuole per appagare il palato....vorrei essere brava anch'io e cambiare mentalità,eliminando gli alimenti di origini animale,ma fino ad ora nn ci sono riuscita....il tuo blog mi piace molto....
    buona serata Katia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Katia, lieta che il mio blog ti piaccia! So che molti vorrebbero ma non riescono a cambiare abitudini, tu pensa che sono solo abitudini, solo comportamenti e possono essere cambiati, soprattutto se ci tieni. Magari guardati qualche bel filmato, così ti motivi di più! E poi prendi spunto, da me e dai tanti blogger di cucina vegana, il tuo corpo, la tua anima e soprattutto gli animali ed il pianeta ti ringrazieranno! Un abbraccio ^_*

      Elimina
  4. Anche a me non piace friggere spesso, soprattutto per l'odore...ma chi resiste alle verdure con una pastella così golosa :) Dovrò sacrificarmi ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha e che sacrificio!!! :P
      Grazie tesora!

      Elimina
  5. Che bello il tuo blog, l'ho scoperto per caso e ho visto che ci sono un sacco di ricettine interessanti. Ti volevo chiedere ma quindi il cavoli non li cuoci prima di friggere?

    RispondiElimina
  6. Che bello il tuo blog, l'ho scoperto per caso e ho visto che ci sono un sacco di ricettine interessanti. Ti volevo chiedere ma quindi il cavoli non li cuoci prima di friggere?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alice, grazie mille per essere passata, sei la benvenuta!
      In questa ricetta i cavoli sono stati fritti da crudi ma secondo me vanno bene anche se li friggi dopo averli cucinati al vapore per qualche minuto. ^_^

      Elimina

La tua opinione è importante per me ed i tuoi commenti mi aiutano a migliorare, grazie per il tempo che mi dedichi.
Se commenti con Anonimo è gradito il nome, mi piace sapere con chi parlo! ^_^

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...